LE ORIGINI

La Tradizione completa delle Terapie Essene ed Egizie è stata riportata alla luce in questo tempo da Daniel Meurois e Marie-Johanne Croteau che grazie a un profondo lavoro di indagine attraverso gli Annali dell’Akasha – una vera e propria Memoria del Tempo – hanno fatto riemergere e recuperato i sacri fili che ci ricollegano a un’Arte della Cura che potremmo definire “senza tempo”. Il vastissimo corpus di pratiche terapeutiche raccolto nell’opera “Nuovo Atlante delle Terapie Essene ed Egizie” rappresenta oggi un adattamento per la nostra epoca di una Tradizione che già gli Egizi e poi gli Esseni avevano sviluppato e perfezionato prima che cadesse nell’oblio per quasi 2000 anni.

Sono state definite “Essene ed Egizie” per richiamare appunto il fatto che già presso queste culture si praticava un approccio alla guarigione che considerava l’essere umano nella sua multidimensionalità e consentiva di cercare nelle profondità dell’essere le cause dei disagi e dei disturbi che si manifestavano sul piano fisico.

La memoria recuperata da Daniel e Marie-Johanne ci racconta della XVIII dinastia egizia, quella di Amenophis III e di suo figlio Amenophis IV, conosciuto col nome di Akhenaton. La sua opera rivoluzionaria si basava sul culto solare di Aton e abbracciava tutti i campi della vita, dalla sfera spirituale, all’arte, all’architettura, alla medicina. Durante il suo regno vennero integrate le profondissime conoscenze della cura per mezzo delle piante e degli oli con l’azione diretta sui corpi sottili dell’essere umano in modo da poter risalire alle cause prime dei vari disturbi. Purtroppo, la rivoluzione di Akhenaton rappresentava un passo troppo avanzato per la coscienza umana del tempo e dopo la sua morte, la parte “sottile” delle pratiche terapeutiche venne distrutta e ufficialmente dimenticata.

Fu probabilmente grazie ad alcuni sacerdoti iniziati agli Insegnamenti di Akhenaton che l’essenza di quelle pratiche terapeutiche venne tramandata oralmente per secoli fino al tempo di Ramses II, quando Mosè assunse il compito di condurre gli Ebrei fuori dall’Egitto. Insieme a lui vi erano alcuni di quei sacerdoti terapeuti che portarono con loro quella sacra conoscenza che poté rifiorire in terra di Galilea presso le comunità Essene. In particolare, fu presso il Monastero del Krmel che queste pratiche terapeutiche furono rielaborate, sviluppate e insegnate; la Fratellanza Essena era nota proprio per la sua padronanza dell’Arte della Cura che venne praticata fino al momento in cui – dopo la crocifissione del Maestro Jeshua (Gesù) – cadde rapidamente nell’oblio.

Oggi, Daniel Meurois e Marie-Johanne Croteau hanno riportato alla luce la memoria della Tradizione terapeutica con l’inestimabile testimonianza delle loro esistenze vissute ai tempi di Akhenaton e degli Esseni.

Per chi volesse approfondire il tema delle Terapie Essene ed Egizie raccomandiamo in particolare queste letture:

  • Il libro segreto di Gesù, vol. 1 e 2
  • Quello che Loro mi hanno detto
  • L’altro volto di Gesù
  • Akhenaton, il folle di Dio
  • Il Testamento delle tre Marie
  • Il Metodo del Maestro Gesù
  • Così curavano
  • Nuovo Atlante delle Terapie Essene ed Egizie
Essania | Terapie Essene ed Egizie - Le Origini
Privacy Policy
© 2019 Essania. Tutti i diritti riservati.